E adesso, che si fa?

Dopo la drammatica notizia che la sindrome di Reinegarth resterà disponibile solo in forma elettronica (tra l'altro farò un annuncio ufficiale la prossima settimana, così potrò spammare l'ebook come si deve), mi pare il caso di dire qualcosa sugli altri progetti che ho in ballo. E speriamo che, per una volta, almeno uno non si risolva in tragedia. ^^

Per quanto riguarda il libro dei gatti, sto aspettando che i veterinari (sono in due) finiscano di leggere la prima stesura. Uno dei due (non dei gatti, dei veterinari), in particolare, si è letto tutte le trilogie fantasy del mondo, ma per il mio libretto tanto corto ci sta impiegando una vita. Dice che ha tanto da lavorare, poverino... sarà mica che vuole essere pagato? ^^ Chiarisco che gli amici veterinari mi hanno consigliato durante tutta la stesura, e che certi passaggi del libro sono stati modificati in base alle loro indicazioni.

In ogni caso, credo che dalla prossima settimana inizierò la revisione che si preannuncia piuttosto rapida, e poi inizierò a bussare agli editori. Ho fatto una lista delle case editrici che hanno già pubblicato qualcosa sui gatti, e speriamo di avere più fortuna che con i miei lavori precedenti. Inizialmente avevo intenzione di riscrivere tutto il primo capitolo, ma pare che a chi lo ha letto piaccia così. Se nel rileggerlo mi sembrerà buono, conserverò la scena che volevo aggiungere per un improbabile seguito.

Ovviamente, infatti, se il libro avrà successo dirò che ho sempre avuto in mente di realizzare tre trilogie, e che se uno non se le legge tutte non può capire la storia fino in fondo ^^ Il problema sarà inventarmi altri 8 libri sui gatti... magari per il momento diciamo che i libri erano solo 7, come Harry Potter.

Ho poi mandato in stampa con Lulu una copia di Mozart di Atlantide. Gli darò una letta, e magari metterò quello in vendita col print on demand. Non ci conterei troppo, però, se fossi in voi... ^^

Proseguono inoltre i preparativi per il prossimo romanzo (che colpo di scena, eh?) Dovrebbe trattarsi di una serie aperta, nel senso che i protagonisti e l'ambientazione sono quelli e finché vend... ehm, finché sono ispirato vado avanti a scriverne altri. Ho già fatto uno schema di tutto il primo libro, anche se è tutto da rivedere; i personaggi sono un po' da limare ma ci sono, mentre l'idea e l'ambientazione sono a posto e tra un po' dovrei iniziare a mettere giù i primi capitoli. Ovviamente, ne riparleremo più avanti.

Simone

14 commenti:

Raffaele ha detto...

non è uno spam … voglio farmi conoscere ma in maniera mirata…
un marketing fai da te
con chi ho in comune un certo sentire e l’amore per il raccontare

ciancio alle bande che va anche bene

Ho pubblicato il mio secondo libro, stavolta un romanzo, il primo erano racconti
il titolo : La tana del salmone…

Chi l’ha letto l’ha trovato interessante
ecco un estratto di recensione webbica:..
..di LDO
http://lontanodagliocchi.p2pforum.it/?p=2715

“Il romanzo lo leggi e lo vedi.
L’Autore, è riuscito a creare un set cinematografico. Allestimenti, personaggi e messinscene. Violente e senza sentimento. Consumate e bruciate. Al ritmo della stessa velocità quotidiana.

Non c’è traccia di buona umanità.
Anche i ricordi dolci dell’infanzia, devono fare i conti con il sopruso, la violenza della storia.”


ECCO SE TI MANCAVA QUESTO E' IL NON SPAM

ma non avevo il tuo link

il tuo è il prima caso di autospam!

Simone ha detto...

Ah, meno male, non ci avrei dormito la notte! Non parliamo di autospam che questo è un blog per famiglie, ma se vuoi la battutaccia che m'è venuta in mente vengo a farla dalle tue parti ^^

Comunque più seriamente se vuoi ti presento il libro in un post, basta che mi mandi una mail a simone.navarra[chiocciola]virgilio.it con una presentazione e un'immagine...

Simone

Federico Russo "Taotor" ha detto...

“Il romanzo lo leggi e lo vedi.
L’Autore, è riuscito a creare un set cinematografico [...] "

Un recensore che mette la virgola tra il soggetto e il verbo?? Chi è costui? Caro Raffaele, io non mi fiderei molto, fossi in te... Scherzo! :D

Simone, dopo che hai citato questo nuovo romanzo, il resto del post ha perso interesse. Voglio saperne di più!

Raffaele ha detto...

federì ...
se ci mettiamo a valutare le virgole ...
non se ne esce più ...

vedi preferisco una virgola fuori posto ma che mi giudica DOPO aver letto il romanzo piuttosto che l'acido commento di ECATINA che sottolinea con un frego BLU
la mia frase: "con chi ho in comune un certo sentire e l’amore per il raccontare"

http://attica.blogspot.com/2007/05/gli-che.html

il primo è un giudizio
quello di Ecatina è un pregiudizio
ma tanto è!

FEDERICO se sei interessato...
beh dai una occhiata anche al mio blog

Raffaele Abbate ha detto...

questo è il link giusto

sono raffaele

di prima

Simone ha detto...

Raffaele: Un consiglio per il futuro: manda una mail e chiedi 'puoi pubblicizzare il mio libro'? Vedrai che la gente sarà molto più ben disposta nei tuoi confronti... almeno questa è la mia esperienza.

Tempo addietro parlavo proprio di queste cose:

http://simonenavarra.blogspot.com/2006/10/lo-scrittore-che-spamma.html

Simone

Simone ha detto...

Federico: mi sa che leggi troppo certi forum... ^^ mentre per il nuovo libro (che ne desumo sia quello nuovo di cui parlo, giusto?) è una specie di... no non te lo dico è troppo presto ^^

Simone

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Eh vabe' daccordo. :P
Raffaele, l'ho detto per scherzare, pensavo fosse evidente. Ma, ad ogni modo, è proprio vero (ne so qualcosa) che nasce un'assurda voglia di strozzare il primo che fa il puntiglioso colla grammatica. ;)

Federico Russo "Taotor" ha detto...

P.S. D'accordo* :P

Simone ha detto...

Vabbe' ^^

Simone

Raffaele Abbate ha detto...

Simone ... un commento "pubbliitario" non costa nulla ...
ma se non va basta il silenzio,
ma la spocchiosa prof universitaria che benché praticante in puglia toscaneggia.. con "gli è che" ha corretto ERRORE BLU...

Simone ha detto...

Raffaele: scusa io non conosco questa persona di cui parli come non conosco te. La mia esperienza su Internet mi dice però che al 99% è nato tutto da un'incomprensione, per cui ti consiglierei di provare a contattarla magari PRIVATAMENTE (posto che tu non l'abbia già fatto) per vedere di riportare il tutto su toni più amichevoli.

Simone

dactylium ha detto...

Simone, hai già in cantiere un nuovo libro? Invidio seriamente la tua fantasia. Io non l'ho mai posseduta e i miei temi al liceo ripetevano in tutte le salse il concetto della traccia per arrivare ad una paginetta striminzita...

Saggia l'idea di rivolgersi in primis agli editori che hanno già pubblicato sui gatti. ^^

Ciao, dacty

Simone ha detto...

Dacty: grazie... non so secondo me la fantasia ce l'hanno tutti, solo che a qualcuno piace di meno usarla per qualcosa di creativo. Anche per vendere polizze o fare il dentista ci vuole fantasia, a volte.

I libri già sono almeno due (non ho iniziato nemmeno il primo, eh!) Sto valutando l'idea di una serie tipo Harry Potter, James Bond o Sherlock Holmes, solo ovviamente molto più interessante ^^ Al momento nessuno dei protagonisti è un gatto o altro animale... anzi, forse uno sì.

Simone