Ci siamo di nuovo tutti?

M'è bastato aggiornare il blog un paio di giorni fa, che già ieri ho ricevuto un bel po' di visite e di commenti (ma arrivano a scoppio ritardato? ^^) Mi sembra un chiaro segno che le vacanze sono più o meno terminate, e a questo punto tanto vale che riapra i battenti del blog.

Per questa seconda stagione dello scrittore emergente (dopo Lost e Desperate Housewifes ci sono io ^^) ho deciso di reimpostare un po' il blog per evitare di diventare ripetitivo. Vediamo un po' allora quali saranno (o dovrebbero essere, perché magari poi ci ripenso) le novità:

- Non più segnalazioni di libri e romanzi di emergenti. Ne ho ancora un paio da passare (e nessuna che mi sia arrivata prima dell'estate: come già dicevo tempo fa se mi sono scordato di voi scrivetemi!), dopo di che inserirò solo e soltanto recensioni di libri di emergenti.

Lo stile delle recensioni sarà sulla falsariga di quello dei "romanzi che non mi pubblicherebbero" (magari un "perché glielo hanno pubblicato?") anche se ancora sono indeciso su come impostare il tutto. Se volete essere recensiti devo chiedervi però di spedirmi il libro, perché su schermo non riesco a leggere una mazza e se sperate che mi compri il vostro romanzo o che me lo stampi per farvi pubblicità vi sbagliate di grosso ^^

- Come già detto otto milioni di volte toglierò Mozart di Atlantide dalla rete per paura che quei babbei del premio Urania abbiano qualcosa da ridire a proposito. E adesso auto-cercandosi su Internet troveranno questo post dove gli do dei babbei... ma tanto non credo che avrei vinto comunque ^^

- Toglierò anche tutti gli ebook dal mio sito, che da ora in poi saranno disponibili solo su emule. Non che siano brutti, ma certo non rappresentano più molto il mio modo di scrivere e mi scoccia che la gente si legga solo quelli. Il libro con le foto sulla Croce Rossa dovrebbe invece restare online.

- Pensavo di mettere la Sindrome di Reinegarth su Lulu, visto che è già pronto e sistemato. Così avrò sempre qualcosa da vendere o da usare come baratto per chi mi manderà un libro da recensire. So benissimo che questa cosa contrasta con l'idea di togliere gli ebook dei racconti più vecchi, ma un libro in fondo non è un racconto... e poi chissene frega ^^

- Pubblicherò i post che sto scrivendo per tappare i buchi che nascono dall'editing del libro del blog... per cui potremmo dire che quello che leggerete è in realtà il blog del libro ^^ Al momento ho già pronto qualcosa su come scegliere un editore da cui farsi rifiutare e come non presentare un manoscritto. Mi manca da scrivere qualcosa tipo: perché vi siete messi in testa di fare lo scrittore? e forse anche perché non mi pubblicherebbero il piccolo principe.

- Preparerò una serie di articoli sul nuovo romanzo (Primo Mazzini e la stanza fuori dal tempo) parlando dell'ambientazione, i personaggi, la storia (senza tanti spoiler) e ovviamente l'avanzamento del lavoro. Al momento sto ancora rivedendo la trama e i personaggi, per cui stiamo in altissimo mare...

C'era dell'altro, ma non mi ricordo... vabbè, spero comunque di aver reso l'idea. Ciao e bentornati a tutti!

Simone

13 commenti:

mcnab ha detto...

Bentornato anche a te ^_^
Mi piace il tuo "manifesto programmatico", complimenti per esserti dato la briga di scriverlo.
In particolare devo dire che questo sig. Primo Mazzini m'incuriosisce, perciò conto di saperne presto qualcosa di più...
Come sempre, il tuo blog sarà una delle mete quotidiane delle mie navigate dall'ufficio ;)
Buon lavoro!

dactylium ha detto...

Ciao Simone.

C'è una cosa che non mi è molto chiara nel "manifesto programmatico": se togli tutti gli e-book dal sito, se togli (per i motivi detti) "Il Mozart" sia in versione digitale che cartacea su Lulu, con il libro dei gatti giustamente in stand-by in cerca di un editore, con quello tratto dal blog in fase elaborativa e la trilogia di Primo Mazzini in fase creativa, nessuno avrà più niente da leggere di tuo...

Forse però mi è sfuggito qualcosa del manifesto.

Ciao, dacty

Daniele ha detto...

Ci siamo, ci siamo...

Simone ha detto...

Mcnab: bene, allora buon lavoro ^^

Dacty: non hai tutti i torti, ma ripeto ho l'impressione che la gente mi giudichi sempre leggendo 3 righe di un racconto scritto 10 anni fa e un po' mi scoccia. Meglio che si leggano il blog, a questo punto!

Comunque come dicevo penso di mettere Reinegarth su Lulu, mentre tutti gli ebook resteranno comunque in P2P (se qualcuno vorrà condividerli, ovviamente ^^)

Simone

Michela ha detto...

Mi piace il tuo modo di scrivere :))
Penso che passerò ancora a trovarti.
Scrivo e il mio sogno, prima di morire, sarà quello di vedermi pubblicata senza contributo...
Un saluto e continua così!

Gloutchov ha detto...

Gulp! Certo che ce ne saranno di cambiamenti. Ti seguirò con piacere :D

dactylium ha detto...

Ciao Simo, sì, capisco il tuo punto di vista, però volevo comunque esprimere la mia "perplessità" in proposito, perché pensavo che, anche se nel corso degli anni il tuo stile è cambiato, la gente (e per gente intendo i lettori comuni che transitano di qui, non gli editori che comunque tu contatti di persona) leggendo i tuoi lavori può appassionarsi alle storie, e quindi legarsi ancor più fortemente al blog e alle tue opere future.

E' vero che metterai "La Sindrome" su Lulu e gli e-book sono sempre in condivisione, però sai benessimo che le persone quando c'è da tirar fuori i soldi o "smazzarsi" per installare un programma solo per scaricare un libro, ci pensano due volte.

Naturalmente poi ti auguro di vendere più copie possibili della "Sindrome" su Lulu, e non è certo mia intenzione farti cambiare idea.
La mia è solo una riflessione personale. ^^

Ciao, dacty

Simone ha detto...

Michela: grazie, e in bocca al lupo!

Glutchov: vedremo alla fine che verrà fuori ^^

Dacty: probabilmente della sindrome sarà disponibile anche l'ebook, di certo non mi aspetto di venderne chissà quanti. Poi magari metterò qualcos'altro, ci devo pensare. Ciao e grazie!

Simone

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Ci siamo, ci siamo! Io ci sono. Su Taotoria ho annunciato la "riapertura" (non che avessi chiuso - malgrado si notasse -, ma il mio è un sito tranquillo) e finalmente si ricomincia. Basta ozio, viva il lavoro! Viva la produttività!

Pensavo di aprire un vero blog, ma non credo di essere portato... Basta vedere quanti visitatori hai tu... :S

P.S. Nella mia produzione fantasy, l'anno è composto da tredici cicli di luna e termina con l'arrivo dell'autunno. Quindi, permettetemi di augurarvi un "buon inizio anno", per quanto possa suonare strano... ^^ Simone, che tu possa pubblicare persino i tuoi quaderni delle elementari! Che l'arrivo dell'autunno ti dia fortuna!

Simone ha detto...

Taotor: non mi pare di avere tutti 'sti visitatori (sarò contento quando potrò campare solo grazie ad adsense... per cui è dura ^^).

Comunque buon anno anche a te (che evidentemente comunichi con noi dal tuo mondo fantasy... del resto lo sospettavo ^^)

Simone

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Gh... detto così sembro uno sfigato cogli occhiali tondi e gli incisivi sporgenti che passa il suo tempo a giocare a D&D (c'avessi mai giocato, almeno)!
Vabe', appena "pubblico" vedremo... :D

Raffaele Abbate ha detto...

ho letto Mozart...
vale
ma lo devi rivedere ...
ci sono ridondanze e gingillamenti che vanno a scapito della leggibilità

se lo riduci all'essenziale è un buon libro ...
così no è un minestrone dove si intuiscono i buoni ingredienti ma diluiti da parti inutili ...

Quali sono...
beh lo sai anche tu ...
anche la mia editor ha fatto così con la prima versione della Tana del Salmone e alla fine ...
beh ha dato il via libera alla pubblicazione ma ho buttato a mre oltre 100 pagine

Simone ha detto...

Taotor: perché, giochi solo a Warhammer? ^^

Raffaele: sono contento che tu abbia trovato il libro valido. Ben vengano un po' di tagli se rendono il libro più scorrevole! Se avessi un editore avrei anche un editor (immagino), ma purtroppo non ho nessuna delle due cose ^^ Ma la tua editor è una persona disponibile? ^^

La tana devo ancora leggerlo (quest'estate ho comprato 10 libri e non ne ho finito quasi nessuno ^^), ti faccio sapere quando l'ho finito!

Simone