Perché gli ebook sono meglio dei libri veri.

Ok, forse ho esagerato un po': il libro di carta è meglio di quello elettronico semplicemente perché è più comodo da leggere, non ha bisogno di alimentazione e potete portarvelo facilmente dove vi pare (senza aggiungere battutacce scontate). Esistono però anche tanti motivi per cui l'editoria multimediale può essere preferibile a quella classica, e dopo averci riflettuto un po' sopra vi elenco quelli che mi sembrano i più importanti.

Portabilità: in una valigia o in uno zainetto potete infilare quattro, cinque, anche sei libri di carta, dopo di che il carico inizierà a farsi sentire. In un palmare con qualche Giga di RAM ci stanno un migliaio di testi elettronici, e il peso è quello della manciata di elettroni che li compone.

Reperibilità: trovare un ebook su Internet è piuttosto semplice. La difficoltà di trovare un libro in una qualsiasi libreria può invece variare dall'altrettanto semplice (come i libri famosi di grossi editori) all'assolutamente impossibile (tipico dei libri degli emergenti).

Prezzo: se v'interessa un ebook, spesso lo trovate gratuitamente o per pochi euro. In tutta la mia vita mi è capitato di trovare un libro gratis una sola e unica volta (era un Don Chisciotte in spagnolo, tra l'altro ^^), mentre i libri appena usciti costano tranquillamente oltre i 15 euro.

Rubabilità: se proprio non vi va di spenderci i soldi, a scaricarsi un ebook ci vuole poco e che qualcuno vi denunci è alquanto improbabile. Rubare un libro in libreria è molto più complicato (hanno quei maledetti affari all'ingresso che suonano e poi tocca correre), e se vi beccano passate i veri guai. NOTA DEL MIO AVVOCATO: scaricare materiale coperto da copyright è reato e non dovete farlo, così come è reato portarsi a casa un libro senza pagarlo. Credo che il termine giuridico corretto sia furto.

Comodità: se state consultando un manuale elettronico, trovare quello che v'interessa richiederà giusto il tempo di avviare una ricerca. Personalmente, invece, per trovare una cosa sul prontuario dell'Ingegnere (rigorosamente formato da 4 volumi di cui uno solo per l'indice) ci metto anche mezz'ora.

Imboscabilità: a inguattare un ebook che non volete si sappia che state leggendo ci vuole poco (ma che roba vi scaricate?). Far sparire un libro è molto più complicato. E aggiungerei che se siete su Internet e vi mettete a cercare pornografia sotto forma di ebook avete qualche rotella fuori posto.

Distribuibilità: a mettere il vostro ebook su un sito e a spammare il link da tutte le parti ci vuole poco, e magari finisce che qualcuno se lo scarica pure. Rendere reperibile un libro senza un buon editore, i giusti contatti e soprattutto un distributore come si deve è tutto un altro paio di maniche, e poi c'è il rischio che nessuno se lo compri lo stesso.

Presenza dei miei libri: i miei primi lavori li trovate solo in formato digitale, mentre se proprio volete leggere qualcosa su carta dovrete ricorrere al print on demand o - al limite - stamparvi qualcosa per conto vostro. E se non è un vantaggio schiacciante questo! ^^

Simone

14 commenti:

Angra ha detto...

Certo pensare che camion se ne vadano in giro per il mondo a distribuire migliaia di tonnellate di libri che nessuno leggerà (e che quindi si faranno anche il viaggio al contrario per andarsene al macero) sembra anacronistico. Tra l'altro, sono in via di sviluppo i famosi monitor-carta (monitor sottilissimi e flessibili) e altre diavolerie. Forse, tra cinque o dieci anni...

dactylium ha detto...

Un altro vantaggio degli eBook è che... non sono di carta. La carta è costosa, gli alberi sono sempre meno, riciclare è fondamentale però la qualità è quasi sempre scadente.

Il problema principale degli eBook è la leggibilità a schermo. Il che, alla fine, è un problema degli schermi. Con una risoluzione di 300 ppi la leggibilità a schermo è comparabile a quella su carta, però attualmente le risoluzioni sono molto inferiori.

Ovviamente si parla di uno schermo da PC (che tuttavia pregiudica la portabilità), mentre lo schermo di un palmare favorisce la mobilità ma rende (quasi) impossibile la lettura.

Insomma è difficile trovare un giusto compromesso tecnologico che favorisca la diffusione degli eBook a scapito dei libri.
Fino quel momento, nella mia libreria ci infilo i tomi di carta. ^^

Ciao, dacty

AndreMiglio ha detto...

Ma per fare un ebook bisogna andare su p2p forum... vero?
Comunque hai sottovalutato una cosa della lettura su carta^^: leggere caratteri impressi su pagine di carta procura meno danni agli occhi(e lo dice un figlio di oculista^^).
Ciao ciao!

Eduardo "Bloom" Mineo ha detto...

Credo che ti piacerà questo post:

http://bibliophilebullpen.blogspot.com/2007/05/guest-post-rebekah-bartlett.html

Simone ha detto...

Angra: eh, così una volta che siamo famosi e pubblicati ci "scaricano" tutti i libri ^^

Dacty: infatti leggere gli ebook è troppo scomodo.

Andre: no, l'ebook lo fai semplicemente salvando il tuo testo in pdf (o altri formati) e mettendolo online. Poi su P2P forum se vuoi te lo distribuiscono anche appunto in p2p, ma non è fondamentale.

Eduardo: adesso ci vado ^^

Simone

scrittoreinfasce ha detto...

Scusami ma mi dissocio pienamente!!! Non so com'è, forse solo per pregiudizi personali, ma l'eBook è una cosa che non sopporto!!! W i libri stmpati e soprattutto w chi li scrive!!!

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Ahaha la parte del furto è fortissima! XD E' superfluo dire che sono d'accordo con te.
Piuttosto, penso che l'importante sia leggere, non [i]come[/i] leggere. Avere un libro cartaceo è bello, ma se leggi un libro sul pc va bene lo stesso, non vedo il problema. Ognuno fa come vuole.
Io in tutta la mia vita ho letto un paio di libri sul pc.

Alex McNab ha detto...

Toh, ho giusto giusto pubblicato il mio secondo e-book proprio oggi :)

L'e-book è troppo avanti! Ma nel senso letterale: troppo.
La gente non è ancora al passo con questo formato, che è comodissimo e superecologico.
Magari, fra qualche anno...

AndreMiglio ha detto...

Ehm... perdonate l'ignoranza, ma i miei scritti sono troppo belli e non posso permettere che me li rubino... qualcuno mi spiega in poche parole come salvare in pdf e/o altri formati?

Simone ha detto...

Scrittore: ok, mica è obbligatorio ^^

Federico: io sul PC non leggo, ma se fosse semplice stamparsi un libro scaricato ecco che i libri circolerebbero come i dvx o mp3 (che poi magari non è un bene, non lo so ^^)

Alex: intanto i nostri ebook ci sono, poi per il futuro si vedrà. Adesso vado a scaricarmi il tuo!

Andremiglio: non ho capito quella cosa degli scritti rubati... comunque se usi openoffice (che si scarica gratuitamente), basta che clikki su "file" e tra le tante opzioni hai "esporta in formato pdf". Insomma è facilissimo!

Simone

AndreMiglio ha detto...

E' una storia lunga... non mi piace ricrdarla:D
Grazie comunque!
P.S.= Gli unici ebook che ho letto sono quelli di questo blog^^.
Insomma viva il Cubo! Viva la catena! E viva la Sindrome^^!

Gloutchov ha detto...

Mi spiace ma:
1)
I palmari costano parecchio, sono delicati e leggere su quegli schermetti piccoli piccoli è una agonia;
2)
La carta ha un fascino unico, non farei mai a cambio con un "foglio digitale";
3)
Senza energia non si leggono. Un libro di carta lo puoi leggere anche dopo un cataclisma nucleare (sempre che ti salvi...);
4)
Non conti il costo dell'energia elettrica. Quanto ti costa tenere acceso il pc per leggere? E il palmare, quando è scarica la batteria, che fai? (in più le batterie inquinano, la carta no!);
5)
Basta un virus per perdere tutti i dati... la carta, con un po' di cura, può durare dei secoli;
6)
La vista cala con l'età. I monitor rovinano la vista, inpigriscono la retina e a lungo andare creano grossi problemi. Leggere libri su un monitor accellera i problemi alla vista e, quindi, va ad incidere sui costi della salute. Inoltre, con quello che costano gli occhiali (o le lenti a contatto), le visite oculistiche, e/o le operazioni al laser (tocchiamo ferro!)...
7)
L'ebook non può essere messo in libreria. Io adoro le librerie, tutti quei volumi che profumano di conoscenza. A volte prendo un libro a caso e lo sfoglio, ne leggo qualche pagina, lo assaporo... con l'ebook non sarebbe la stessa cosa. Nel tempo che ci mette il pc a fare il boot mi sarebbe già scesa la catena!!

Diciamo che l'ebook può andare bene se proprio non c'è di meglio a disposizione. Ma preferirlo alla carta, giammai! :)

AndreMiglio ha detto...

Scusa Gloutchov, voglio aggiungere un altro paio di cosette^^.
1: Che rovinano la vista lo avevo già detto io perciò mi devi i diritti d'autore XD^^.
2:Oltre a rovinare la vista... ci sono monitor che emettono radiazioni... inutile dire che una quantità massiccia fa molto male.
3:L'ebook può essere introvabile per chi non ha dimestichezza col Computer e non sa dove cercarlo, mentre invece in una libreria possiamo facilemtne trovare il libro che ci serve e se siamo pigri(ma molto pigri!) possiamo chiedere ai responsabili se sono forniti del tittolo che ci serve.
Siccome non mi vengono altri difetti in mente(a parte che sfogliare le pagine mi viene più semplice che usare la rotellina) concludo qua. Ciao^^!

Simone ha detto...

Andre: ma che qualcuno li legge davvero? ^^ Comunque se cerchi bene...

Gloutchov: io sogno più un ebook che se ti piace te lo stampi come si deve (praticamente un print on demand più semplice da usare).

Poi se vedi il blog come una specie di ebook "al volo" forse il discorso cambia, o no?

Simone