Lo scrittore che se la tira.

Una cosa che proprio non sopporto, è leggere il post di qualcuno che sul proprio blog si vanta di aver avuto un sacco di visitatori. Ah, è pieno di gente che mi clicca, come sono bravo! Mamma mia, come mi fanno girare le scatole!

Ma visto che io sono io, con l'avviso di non fare mai questa cosa perché è veramente da sfigati, mi gioco il post del fine settimana annunciando al mondo intero che Lo Scrittore Emergente (sì, il meraviglioso blog che state leggendo) ha passato quota 3000.

Tremila che, visto che il contatore gratuito di Bravenet come lo guardi aumenta per conto suo? Non lo so, forse tremila volte che mi sono cliccato aggiorna da solo, ma tant'è è sempre un traguardo importante che mi avvicina di più all'olimpo degli scrittori immortali, come Hemingway e quella di Harry Potter che fa un sacco di soldi.

Però, sinceramente, una delle cose peggiori che possiate fare come autori emergenti, è vantarvi sul vostro stesso sito. Declamare i visitatori giornalieri, rendere pubblici i commenti positivi che vi arrivano in privato e cose del genere vi renderanno odiosi ai vostri lettori, che a tal punto preferiranno leggersi il blog (e i libri) di qualcun altro.

Nel leggere le vostre pagine, la gente deve decidere che (eventualmente) siete interessanti e magari mettere mano al portafoglio e comprarsi il vostro libro. Se dovete dirglielo voi, che siete bravi, state messi male. Poi io sto qui a tirarmela per 3000 qualcosa che non si sa racimolati a partire da OTTOBRE DUEMILASEI, quando i siti seri tremila click li rimediano in mezza giornata.

I primi due mesi non veniva nessuno, però. E poi ho iniziato a metà mese. E poi i siti per scrittori non sono tanto frequentati. E poi... oh, guardate, mentre scrivevo il post già sono arrivato a 3010. Che grande che sono!

Simone

Link correlati:

Il mio blog, ovviamente.

E l'altro mio sito, ovviamente.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Beh, che te la tiri oppure no, comunque è un bel traguardo. Da ottobre 2006 quasi 3000 clic vuol dire qualcosa. Non è giusto per tirarsela ma per poter dire che stai facendo un buon lavoro. Congratulations.
Ciao. Fabrizio

Federico Taotor ha detto...

Chi è che se la tira? Vogliamo i nomi!! Giusto perché vedo pochi blog di scrittori, se escludo quelli di Wm. Sembra che gli scrittori, emergenti o già emersi, non conoscano Internet...
Simone, la morale del tuo post: chi vanta il proprio blog da solo, vale un fagiolo. :D

Simone ha detto...

Grazie Fabrizio, speriamo di arrivare a 10.000 molto più in fretta ^^

@Federico: infatti una cosa che mi ha stupito, è che quasi nessuno degli scrittori "famosi" sia reperibile via email o abbia un blog o un sito che si possa definire decente. Forse però c'è troppa gente che gli rompe le scatole e preferiscono non farsi trovare ^^