L'estratto del gatto che cadde dal Sole.

L'esgratto, magari? Vabbè... l'avevo promesso, per cui finalmente eccovelo qui dentro all'uovo di Pasqua (tra l'altro, auguri!)

Rileggendo il testo, prima di riprendere la scrittura, ho trovato un paio di brevi capitoli in successione che sono abbastanza finiti, non contengono informazioni che rovinino l'eventuale lettura del romanzo completo e (spero) dovrebbero lasciare il lettore con la voglia di leggere qualcosa di più.

L'estratto è indicativo di quella che (spero) sarà l'atmosfera di alcune scene del romanzo vero e proprio. Non è invece assolutamente indicativo della storia, visto che non compare nessuno dei gatti adulti, ma solo i cuccioli (tra cui ovviamente il protagonista), e di quello che succede prima e dopo si capisce poco o niente. Avrebbe forse avuto più senso proporre l'inizio del romanzo, ma ancora non sono convinto di come scorre tutta la prima parte (mi sa che mi toccherà riscriverla) e non mi sento di farvela leggere.

Riguardo al testo vero e proprio, ho paura che i nomi possano generare un po' di confusione (cosa che sta diventando una mia prerogativa ^^). Se proprio non vi piacciono fatemelo sapere, e vedrò di rimetterci le mani. Magari possiamo anche aprire una specie di votazione sul blog, ne riparliamo più avanti.

Infine, un ringraziamento a Gabriella Saracco che mi ha aiutato a rivedere la bozza prima di metterla online!

Simone

Link correlati:

Il gatto che cadde dal Sole (estratto)

6 commenti:

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Letto. Chi conosce i gatti dovrebbe riconoscere anche i comportamenti che hai fatto assumere nell'estratto. Sei diventato psicologo, quindi. ^^
Escludendo Nessuno, non vedo come si possa far confusione coi nomi. E una volta che si legge Nessuno colla "N" maiuscola, è fatto.
Per me procedi bene, avoja. ;)

Simone ha detto...

I gatti un po' li ho "studiati" osservando quelli sotto casa, un po' ho letto qualcosa e un po' mi hanno consigliato i miei amici veterinari. Poi non ci vuole tanto... se soffia e fa la gobba e meglio che non t'avvicini, se si struscia e fa le fusa spera che gli darai da mangiare ^^

Ma alle 9 e 45 non dovresti essere a scuola? ^^

Simone

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Mannò, è Pesqua! Good Pesqua!

P.S. Mi son scordato di scrivere che ho involontariamente letto l'estratto col sottofondo musicale degli Hammerfall... Quindi da questo momento in poi i tuoi gatti sono per me power metallari. X°D

Shadowman ha detto...

beh, si comportassero solo in quel modo i gatti...(intendo come dici nel tuo commento, l'estratto lo leggo appena possibile, sono abusivissimo ora ) :P

Anonimo ha detto...

L'ho scaricato anch'io.
Appena lo leggo, ti lascio un commento.
Ciao, dacty.

Simone ha detto...

Grazie a tutti... e aspetto i commenti! ^^

A tal proposito, vorrei mettere una finestrella che "riassuma" gli ultimi commenti sul blog, non so se si può fare adesso vedo...

Simone