Il punto della situazione, tanto per riempire un post.

Non ci sono grosse novità rispetto all'ultimo aggiornamento, ma come sempre eccovi il solito riepilogo della mia carriera di scrittore emergente.

Intanto la novità maggiore (ah, qualcosa c'era! ^^) è stata la messa online del nuovo racconto, N°15: Moro. I commenti mi sono parsi molto positivi, ma anche se l'ebook è appena uscito i miei lavori più scaricati restano la sindrome di Reinegarth e l'inizio del libro dei gatti. Evidentemente, le immagini di questi ebook che ho inserito nella colonna di destra attirano l'attenzione dei visitatori occasionali, per cui è più facile che qualcuno li scarichi.

Detto questo, dal punto di vista editoriale ho ricevuto (finalmente!) un paio di rifiuti per i miei lavori (uno per il gatto che cadde dal Sole e uno per il libro del blog) e poi nient'altro. Il solito mortorio, se non fosse che con quell'editore non tanto piccolo che forse dovrebbe pubblicare il libro del blog mi pare che la cosa si stia mettendo piuttosto bene... anche se prima di avere qualcosa di definitivo è meglio non dire altro.

La stesura del nuovo romanzo si è ri-bloccata, nel senso che ho superato quella parte in cui mi ero intasato il mese scorso e sono andato piuttosto avanti col lavoro (ormai siamo sulle 170 cartelle). Solo che mi sono fermato di nuovo, semplicemente perché mi sento stanco e scrivere mi fa fatica. Non è né un blocco e né mancanza di idee, è solo semplice usura mentale di stare lì ore e ore a scrivere le parole giuste che formano le frasi giuste nelle pagine giuste della storia giusta. Sono scarico, almeno credo.

Adesso mi sto riposando un po' anche con qualche giorno di vacanza, conto di rileggere con calma tutto quello che ho scritto per poi riprendere il lavoro con più entusiasmo. Il libro, comunque, è di gran lunga la cosa migliore che ho scritto finora... fermo restando che forse non è così, che probabilmente ci voleva poco e che altrettanto probabilmente non mi pubblicheranno nemmeno quello ^^.

Ah, per chi ancora non lo avesse fatto, rispondete al sondaggio sul mio ebook "preferito" (da voi, ovviamente). Saluti a tutti e alla prossima!

Simone

3 commenti:

Alex McNab ha detto...

Devo dire che mi piacciono di più questi post "personali" che non gli ultimissimi un po' troppo sui generis... Questa premessa giusto per rompere le palle :)

Riguardo al resto: qua la mano, anch'io sono in un periodo di stanca. Non che mi manchino le idee, ma quando si passa troppo tempo senza staccare le dita dalla tastiera si finisce in uno stato di "cottura" mentale controproducente.

Certo che noi scrittori esordienti/emergenti dobbiamo rallegrarci per dei rifiuti arrivati dai signori editori... E beh! Verranno momenti migliori (si spera!)

Sai cos'è (e scusa se la metto un po' sul privato)? Io mi sto dedicando ad altri progetti che hanno a che fare solo marginalmente con la scrittura, e mi soddisfano molto di più.
Per quanto non voglia ritirarmi (già speravi di toglierti dalle palle uno della concorrenza, eh? ^_^), qualche domanda sorge spontanea...
Poi si, sa, la scrittura è un po' una droga quindi non ci si disintossica comunque!

In bocca al lupo per il libro del blog, anche se preferire vederti edito con un romanzo di narrativa, visto che la bravura non ti manca :)

Gloutchov ha detto...

Beh... dai... i rifiuti fanno bene per rinforzare il carattere. Continua a lavorare e vedrai che un giorno il successo arriverà!

Ottimismo senza limitismo... ESAGERARE!! (Francesco Salvi)

Simone ha detto...

Alex: mi ha cancellato la risposta maledetto blogger!!! Comunque dicevo che l´importante e´portare avanti piú cose possibile. Poi non riscrivo tutto che non mi va ^^

Glauco: sí dai ottimismo!! ^^

Simone