Il mio lettore di ebook con tecnologia e-ink: impressioni a freddo.

Ho comprato un Sony PRS-505 (perché non danno dei nomi decenti a questi affari come fanno con la Playstation, Xbox e compagnia bella?) da circa un paio di settimane, e come promesso mi pare giunto il momento di dare qualche impressione definitiva: come mi sono trovato con questo oggetto? Riesco a usarlo per leggere o è una fregatura? Sostituirà i libri veri o è tutta una tecnologia inventata per vendere agli scrittori emergenti gonzi come il sottoscritto? Vediamo:

Costo: come detto, questo lettore costa 300 dollari (200 euro) a cui dovete aggiungere le spese di dogana, visto che in Europa non è distribuito. Per qualcuno 200 euro sono tanti, per qualcuno pochi e per qualcuno anche troppi. Come detto anche nei commenti ai precedenti articoli, 200 euro sono più o meno 20 romanzi, e se leggete molte cose scaricate aggratis (non necessariamente roba pirata, esiste anche il pubblico dominio o il Creative Commons!) a rifarvi della spesa ci mettete poco. Credo comunque che il prezzo sia un problema secondario, visto che come tutte le tecnologie se prenderà piede si abbasseranno anche i costi.

Praticità: qui si vedono tutti i difetti della novità, nonché i difetti tipici della Sony. Questo affare non ha un caricabatteria ma si ricarica attaccato al PC (una carica dura 7000 pagine: i 20 romanzi di cui parlavamo prima, più o meno ^^). Questo affare legge file in formato txt rtf pdf jpg bmp aac e non so cos'altro, ma NON legge i .lit e altri formati proprietari di altre società. In compenso legge i bbeb, il formato proprietario della Sony che tutti attendevamo con ansia (sono sarcastico, ovviamente).

A dirla tutta, non credo che esista un singolo bbeb in italiano.

Il problema della non esistenza di un formato di ebook standard si traduce nel fatto che è facile ritrovarsi con ebook impaginati male o - nel caso dei pdf - totalmente illeggibili: un pdf impostato per una pagina A4 risulterà infatti compresso a tal punto nello schermino del lettore da rendere illeggibili i caratteri, o comunque da ostacolare la lettura a tal punto da mandare a catafascio l'idea originale di usare questo attrezzo per leggere più comodamente.

È come avere un lettore MP3, solo che invece degli MP3 ogni stupida società al mondo ha dovuto inventarsi il suo formato, chiaramente incompatibile coi lettori degli altri o al limite convertibile con qualche programmino trovato in giro o col semplice copia - incolla. Solo che raramente la cosa dà risultati ottimali, visto che per dire se copincollate un PDF in un file openoffice vi giocate tutta l'impaginazione.

Estetica/maneggevolezza: qui le cose vanno benissimo per quanto riguarda l'aspetto esteriore (c'è una protezione in pelle tipo agenda che non dà fastidio ed è molto pratica). Il lettore e sottilissimo e piuttosto leggero, e in fin dei conti è evidente che la Sony lavora nel mondo dell'elettronica già da qualche anno. I tasti per scorrere le pagine o navigare nei menù sono un po' troppo piccolini, e trattandosi di un libro avrei preferito un grosso tastone enorme e morbido con cui sfogliare le pagine in avanti.

Reperibilità degli ebook: su questo farò un altro discorso più approfondito. Intanto vi dico solo che c'è ovviamente tanto materiale, ma è difficile trovare romanzi nuovi in italiano (sto parlando di cose legali!) Come ho detto, ne riparlerò.

Schermo: be', iniziamo a parlare di quello che ci interessa davvero. Il lettore è grosso più o meno come un libro di formato piccolino (gli oscar mondadori, per dire), mentre lo schermo vero e proprio occupa una porzione di circa 9,2 X 12,5 cm.

Questo vuol dire che, anche a seconda del carattere utilizzato, in una pagina del lettore c'è meno testo rispetto a un libro normale, il che si traduce in uno sfogliare più frequente che a qualcuno potrebbe dare fastidio: diciamo che all'inizio dava molto fastidio a me.

Come se non bastasse, ogni volta che cambiate pagina lo schermo diventa nero per una frazione di secondo prima di mostrarvi il testo aggiornato, altra cosa che potrebbe dare fastidio. Insomma la lettura con lo schermo è ink è diversa dalla lettura di un libro di carta, al punto che qualcuno potrebbe non abituarsi mai. Questo è un difetto che col tempo è destinato a sparire (basta fare uno schermo più grande e che si aggiorni più in fretta), ma ovvviamente ora esiste e mi sembrava doveroso farlo presente.

Il mio giudizio personale, è che dopo un centinaio di pagine di rodaggio leggere a questo modo è diventata una cosa naturale, e mi trovo piuttosto bene. Piuttosto bene non nel senso che tollero i difetti e mi accontento, ma nel senso che neanche me ne rendo conto e mi immergo completamente nella lettura.

Leggibilità: qui la cosa strana è che la pagina dello schermo non è bianca, ma grigiastra. Vi trovate così a leggere un testo nero su sfondo grigio chiaro, altra cosa che a qualcuno potrebbe dare fastidio. Il giudizio personale è che non sembra di leggere un libro di carta (quanti libri con sfondo grigio avete in casa?) ma non sembra nemmeno di leggere sullo schermo di un PC o di un palmare. Il risultato finale è che il testo risulta molto leggibile, al punto che posso andare avanti con la lettura per tutto il tempo che voglio e smettere quando ne ho abbastanza, non quando mi bruciano gli occhi o inizio a sentirmi stordito.

Migliorie rispetto ai libri di carta: sembra strano, ma ne ho trovate diverse.

Intanto potete scaricare libri gratuiti, che non è poco anche se è ovvio.

Meno ovvio è il fatto che, potendo utilizzare dei caratteri più grandi di quelli normalmente usati nei libri cartacei (sempre in base al formato che trovate, ovviamente) il libro elettronico potrebbe risultare addirittura più leggibile di un libro vero. In libreria esiste già almeno una collana apposita di libri fatti per chi ha difficoltà a leggere i caratteri piccoli (si chiama corpo 14, se non erro) e mi è capitato di parlare con persone di una certa età che trovano difficile leggere i libri moderni con i loro caratteri microscopici. Insomma, per molte persone l'ebook reader potrebbe essere un ritorno a una lettura piacevole e rilassata.

In ultimo, avere un unico oggetto con cui leggere tutti i libri non è una brutta cosa. Non tanto per il risparmio di carta (questo è sempre ovvio), quanto per la sensazione che si prova nell'utilizzarlo. Immagino cioè che ci si possa abituare a usare il nostro personale lettore al punto da apprezzare maggiormente la lettura tramite questo, piuttosto che con un libro di carta impaginato diversamente o con un altro lettore che non ci è familiare. Il nostro lettore per leggere i nostri libri, insomma, un po' come la nostra poltrona su cui ci piace tanto stare sdraiati mentre leggiamo.

Conclusioni: il lettore di ebook della Sony mi ricorda i primi lettori MP3 (qualcuno ricorda il Diamond Rio con 32 mega di memoria?): l'oggetto in sé ha un software lentissimo, ci sono problemi di compatibilità, problemi di progettazione, problemi di ergonomia, problemi che non ho trovato io ma trovereste voi e ancori altri problemi tipici di ogni nuova tecnologia che non è ancora rodata a dovere.

Sempre come i primi lettori MP3, il lettore della Sony ha la stupefacente caratteristica di fare davvero quello che cerca chi ne acquista uno: inserite un ebook al suo interno (magari smanettando un po' a seconda dei casi) e adesso potete leggerlo assaporando realmente il piacere della lettura. È migliorabile, ma non è una fregatura: funziona davvero, e se ne acquistate uno e non state lì a concentrarvi sulle tante cose che ci sarebbero da sistemare potete davvero usarlo per leggere i vostri libri elettronici.

Consiglio finale: io ho già letto quasi due romanzi con questo lettore (parlo di romanzi lunghi!) e sono convinto che lo userò per leggerne molti altri. Se voi pensate di usarlo allo stesso modo (o magari già leggete ebook su un palmare o sullo schermo del PC!) sicuramente l'oggetto vi darà soddisfazione. Se per voi costa troppo, o se temete di non usarlo a dovere, sicuramente nel giro di un paio d'anni ci sarà di molto meglio a un prezzo molto inferiore e forse vi conviene aspettare un po'.

Insomma, come è ovvio la scelta sta a voi. Io sono contentissimo dell'acquisto... se non altro perché mi ha dato lo spunto per un sacco di aggiornamenti del blog. Più avanti infatti vi tedierò anche con qualche considerazione filosofica sul rapporto tra libro vero e libro di carta.. ma intanto mi pare di aver scritto più che abbastanza e vi saluto.

Simone

24 commenti:

Giuseppe Nicosia ha detto...

Secondo me il "grande pubblico" ancora non è pronto per l'uso di simili strumenti. Anche perché la gente non vuole spendere un centesimo per i libri normali, figuriamoci se intende spendere 200 euro per un ebook reader!

gloutchov ha detto...

beh... sulla base di quanto hai scritto... rimango al mio ipod touch :)

Magari tra qualche anno...

Anonimo ha detto...

ma scus il testo non si può ingrandire o zoomare?

Telegraph Road ha detto...

È possibile sottolineare / mettere note?

A me interesserebbe un lettore di ebook, in cui sia possibile evidenziare le parti importanti di un testo, scrivere annotazioni a margine e mettere dei bookmark aggiuntivi...

Simone ha detto...

Giuseppe: sono daccordo con te, anche se molti invece saranno attratti dall'idea di potersi leggere ebook "tarocchi" dei libri nuovi.

Glauco: ma con quello non ti cadono gli occhi dopo un po'? ^^

Anonimo: il testo dei pdf si può "adattare" togliendo i bordi bianchi o ruotandolo dal lato "lungo" del lettore, ma comunque non si legge bene se il formato originale è A4.

I file di testo (txt, rtf) invece si possono leggere con 3 diverse dimensioni dei caratteri preimpostate non so come dal lettore, mentre non è comunque possibile scegliersi il proprio carattere. Sicuramente i prossimi modelli avranno zoom a piacere, ma questo no.

Telegraph: il modello sony consente solo di mettere dei segnalibro senza annotazioni. Altri modelli hanno il touch screen e consentono di lasciare note nelle pagine. Ovviamente questo costa (molto) di meno ^^.

Simone

Alex McNab ha detto...

cavoli, che recensione esaustiva! Grazie :)
Hai tra l'altro confermato le mie buone impressioni su questi aggeggini, che trovo utili oltre che affascinanti.
L'idea di portarsi dietro una marea di romanzi in una sorta di palmare è molto suggestiva... e inoltre mi darà la possibilità di leggere un po' di ebook che su monitor risultano ostici.

Le critiche sul prezzo le trovo un po' ridicole: facendo due conti si capisce che i 200 euro di prezzo vengono ammortizzati rapidamente.
Certo, se poi uno in media compra uno/due libri cartacei all'anno, allora il problema sta alla base...

Claudio ha detto...

Ciao Simone.
Grazie per la tua info gratuita.

Io sono un bibliotecario e mi interessa molto l' ereader. Sopratutto perche quando arriveranno i soldi - e spero che non troppo lontano - voglio comprare un ereader. La mia idea e` di trasformare tutti i miei documenti in pdf, metterli nel ereader, e cosi posso avere tutte le mie/altri ricerche in mano. Posso mandare e ricevere altri file, annotare, ecc.

Questo che mi interessa molto di fare specialmente nel mio lavoro.
La tua osservazione mi e` state molto utile.
Grazie ancora
Claudio Laferla
Malta

Simone ha detto...

Alex: io infatti sono contentissimo della scelta, anche perché ovviamente la scrittura è una mia passione. Ma noi credo siamo dei casi un po' "a parte" e non credo che tutti siano così aperti verso gli ebook.

Claudio: sì, è una bella idea e coi modelli più avanzati puoi fare una ricerca in tempo reale su tutti i tuoi libri. Solo il problema dei PDF che non si leggono bene devono risolverlo in fretta.

E comunque arrivare anche a Malta è una bella soddisfazione... ci andavo in vacanza con la scuola qualcosa tipo 17 anni fa! ^^

Simone

gelostellato ha detto...

si può fare cose tipo
"oh uè che figata sta frase
petta che me la salvo e me la copincollo che poi la mando alla gabry"
?

ciao
R.

Simone ha detto...

Gelo: con questo no, col modello "meglio" sì ^^.

Simone

Gloutchov ha detto...

Beh.. con l'ipod posso fare gli zoom... ho paura che su certi ebook, anche con il tuo ti cadono gli occhi!! :D

Cmq, il touch può regolare la luminosità dello schermo e, quando è al minimo non da molto fastidio.

L'unica sfortuna è che, per motivi che solo Apple conosce, i file pdf li posso leggere solo se sono online e/o allegati ad una mail!! Mah! :-)

E comunque è una scelta temporanea... attendo un ebook reader degno di quel nome! :D

Gloutchov ha detto...

PS.
I miei occhi son già ko a causa del mio lavoro. Son costretti a guardare un monitor per oltre 8 ore al giorno!!! :D

Stefano ha detto...

Ciao, da qualche mese uso il PRS 505 e mi trovo molto bene.
Il consiglio principale che mi sento di dare è di non utilizzare il software a corredo ma l'ottimo freeware Calibre.
Qui ho postato una recensione: Recensione Sony PRS 505

Claudia ha detto...

Non spaventatevi prima di averci provato.
Ci sono programmi di sintesi vocale (text to speech) che trasformano il testo in audio, da ascoltare subito o da salvare in .mp3 e da ascoltarsi con i normali lettori portatili o da masterizzare su cd.
Certo non si possono fare annotazioni, ma sicuramente non si sforza la vista.
Alcuni sono completamente gratuiti, anche se le voci più belle e naturali sono a pagamento.
Claudia

Simone ha detto...

Stefano: adesso uso Calibre anch'io, è ottimo anche per ridimensionare i pdf.

Claudia: mi sembra una gran cosa, anche se credo che un testo vada anche interpretato. Puoi linkarmi un programma buono che posso provare?

Simone

Anonimo ha detto...

Guarda, installare questi programmi non è semplice.
Mi sembra che il più facile sia Cyber buddy, che legge direttamente il testo copiato negli appunti ma non consente di salvare in mp3, almeno nella versione che avevo io.
http://www.mycyberbuddy.com
Devi controllare bene il sito, perché bisogna scaricare da diverse pagine.
L'installazione va fatta on line.
Io non installo questi programmi da un paio d'anni, tu prova a visitare la pagina, se trovi difficoltà mi fai sapere, intanto vedo di rinfrescarmi la memoria
Claudia

Simone ha detto...

Claudia: mi pare piuttosto complicato... ma sono sicuro che facendo una ricerca su google trovo tutto l'occorrente. Ciao e grazie!

Simone

Anonimo ha detto...

Sì, non è semplice, ma lo installi una volta sola.
Non so come ho fatto a non pensarci, devo cambiare il pc e dovrò reinstallare tutti i programmi. Terrò nota dei vari passaggi e ti farò sapere.
Claudia

Claudia ha detto...

Eccomi con un minimo di aggiornamento sui programmi di TTS (text to speech).
Devo dire che non ho avuto grandi difficoltà nell'installazione, sicuramente perché sapevo dove cercare, mentre nei precedenti tentativi non sapevo nemmeno “cosa” cercare.
Il mio programma preferito resta Cyber Buddy, ma ora ho l'esigenza di avere anche altri programmi non compatibili e sono stata costretta a sostituirlo.

Chi volesse provare cyber buddy può trovare tutto il necessario nel sito che ho già citato, questa
http://www.mycyberbuddy.com/ è la pagina principale. Il sito è in lingua inglese.
Qui http://www.mycyberbuddy.com/Page11.html ci sono le istruzioni per il download (con link ) o per l’acquisto del cd rom che contiene anche funzionalità più avanzate.
Dopo avere scaricato il programma si può procedere all'installazione che deve essere fatta con il computer collegato ad Internet. In seguito verranno automaticamente scaricati altri file che perfezioneranno l’installazione.
Terminato il tutto si potrà aprire il programma e mago Merlino illustrerà in inglese le varie caratteristiche. Sempre nel sito abbiamo a disposizione altri personaggi (agents) e altre lingue gratuite. È indispensabile provare almeno una di queste voci in italiano, per capire se il programma può essere di qualche utilità. Cyber buddy legge il testo copiato negli appunti, si può impostare la lettura automatica o dare il comando solo quando serve.

Un altro programma semplicissimo è DSpeech, che si può trovare su http://dimio.altervista.org/
La versione che ho io va semplicemente scompattata e funziona cliccando sull’eseguibile o su un collegamento all’eseguibile. Ne apro due sessioni usandone una sola, mi sembra che funzioni meglio (?!? Così mi pare).
Io avevo già installato le voci per Cyber buddy, quindi non ho dovuto fare altro, chi non le ha, trova tutti i collegamenti necessari nelle pagine di Dimio.
Questo programma consente di leggere il testo copiato negli appunti, di incollare (o digitare) del testo nell'apposita finestra e di farlo leggere in diverse modalità (a partire dal cursore, una riga alla volta...).
Consente anche di convertire un file di testo (meglio se in formato .txt) in .MP3.
Molto simili anche gli ottimi programmi txt2audio, e-speak e biblos, che comprende un editor di testi con tante funzioni.
Sicuramente non li ho elencati tutti, chi è interessato a conoscerne altri può cercare TTS (o text to speech)

Sono tutti programmi piuttosto buoni, l’unico problema è che a volte si bloccano e bisogna riavviarli.
Tutto dipende da quanto li ritenete necessari. Io senza non potrei leggere, quindi gli inconvenienti mi sembrano irrilevanti.
Chi ritiene utili questi programmi ma non ama le voci sintetiche, può acquistare delle bellissime voci a pagamento, tipo quelle della Loquendo, davvero molto naturali.
Ci sono vari tipi di voci, le Sapi4 e le Sapi 5. alcuni programmi le utilizzano entrambe, altri solo uno dei due tipi.
A disposizione
Claudia

Simone ha detto...

Grazie Claudia, mi sembra una guida davvero esauriente! Tante persone arrivano tra queste pagine in cerca di strumenti per leggere e credo che il tuo commento sarà utile a più di qualcuno.

Grazie di nuovo!

Simonre

giancarla ha detto...

Ciao a tutti!
Anche io ho comperato un E-book e concordo con quanto è stato detto.

E' comodo, bello, si legge bene. Inoltre hanno rilasciato una nuova versione del firmware che l'ha reso un pochino migliore. Mi sembra leggermente più veloce e si possono cancellare i files direttamente dal lettore senza passare per il pgm di library.

L'unico limite resta quello dei pdf. Si leggono, sfruttando le caratteristiche di zoom e reimpaginazione del reader, solo quelli generati da file di word. Un pdf fatto di immagini (es. lo scanning di un libro)non è ingrandibile e quindi rimane troppo piccolo per poter essere leggibile.

Forse un modo per aggirare l'ostacolo ci potrebbe essere, magari sta nella dimensione della pagina pdf, forse "stampare" su formati diversi dall'A4 dà risultati migliori. Ma sono molto dubbiosa...

Certo, si potesse sfruttare il pdf si potrebbero digitalizzare i libri già in possesso e averli sempre con sè, soprattutto se si tratta di testi di studio o lavoro...

Magari a qualcuno viene un'idea?

Anonimo ha detto...

Io ho problemi di vista e a volte acquisisco dei libri con lo scanner, ovviamente in formato testo, non immagine, ma richiede parecchio tempo.
Il modo più semplice per me è acquisire in formato .txt, più veloce e preciso del testo formattato, almeno con il mio scanner, ma alcuni errori rimangono.
Poi, se ti serve il .pdf, Open office lo converte in modo perfetto.
Claudia

Anonimo ha detto...

L'ho regalato a mia sorella per natale scorso, ho facilmente reperito un programma per trasformare pdf e vari formati nel suo formato proprietario lrf e devo ammettere che e' un bell'oggetto si ripaga in fretta e libri sono facilmente reperibili in rete.

Simone ha detto...

Anonimo: tra l'altro con l'ultimo aggiornamento si possono ingrandire i caratteri anche dei pdf testuali, per cui il problema della lettura di certi testi è stato risolto.

Simone