Il ritorno della poesia!

Avevo detto che non avrei MAI PIU' fatto semplici segnalazioni, ma come chiaramente avrete intuito non è così. Diciamo che preferirei scrivere anche qualche recensione dei libri dei miei colleghi emergenti, ma in fin dei conti va bene anche il vecchio metodo (che del resto richiede meno lavoro ^^)

Detto questo, tempo mi fa mi lamentavo della (presunta) scarsità di raccolte poetiche, per cui è con effettivo piacere che ve ne presento un'altra:

Chissà, forse un giorno faremo l'amore sull'orlo del mare.
Marcello Marabotti - OTMA Edizioni

La raccolta di poesie di Marcello Marabotti, giovane poeta milanese, classe 1985. Poeta delle piccole cose soffuse di un lirismo dimesso di reminescenze sabiane, vicino all’impronta prosaica dell’ultimo Montale, Marabotti stupisce per la capacità tutta pascoliana di cogliere il mistero intrinseco della quotidianità fatta di situazioni, gesti, fugaci pensieri.

Cantore della vita di cui narra con forte taglio autobiografico i legami affettivi, sensazioni, profumi, ambienti, Marabotti parla della vita attingendo a piene mani dalla propria: nascono così fulminei aforismi di oraziana memoria, lampi di eros di elegante bellezza, paesaggi o situazioni vivi nell’immediatezza del contingente o trasfigurati nel ricordo, affetti profondi.

Nel silenzio interiore proteso a giungere al porto sepolto emergono verità nascoste, lanciate dalla catapulta del cuore, intrise di malinconia.


Se siete interessati al libro (che mi pare costi 8€), potete mettervi in contatto direttamente con l'autore all'indirizzo: marcello.marabotti@fastwebnet.it
Simone

4 commenti:

Antonio ha detto...

Difficile che qualcuno legga le poesia di un anonimo che nessuno conosce. Comunque sia, se avessi soldi da buttare, stai pur certo che acquisterei questo volume. Ciao

dactylium ha detto...

Non posso darti torto, però i poeti famosi sono diventati tali quando, anonimi, qualcuno ha iniziato a leggere le loro opere. ;-)

Comunque sia la poesia rimane pur sempre un genere letterario più elitario rispetto alla prosa e al romanzo in particolare.

Ciao, dacty

Simone ha detto...

Antonio: questo vale non solo per la poesia ma per tutti i libri di qualunque sconosciuto... purtroppo.

Dacty: infatti famosi non si nasce, almeno se non si é figli di qualche attore o personaggio conosciuto ^^

Simone

Antonio ha detto...

hai ragione da vendere. Purtroppo prodotti assai validi, non vengono letti perchè scritti da autori non sconosciuti o lontani da "certi" circoli. Un vero peccato. La cosa lascia una certa "amarezza". ciao carissimo